Jorn Asger

Asger Oluf Jörgensen nasce a Vejrum, in Danimarca, nella penisola dello Jutland, il 3 marzo 1914. A Silkeborg frequenta la scuola per insegnanti e si avvicina alla pittura.

Nel 1936 raggiunge in motocicletta Parigi e frequenta la scuola d’arte di Fernand Léger. All’Esposizione Universale di Parigi del 1937 realizza un murale (l’ingrandimento di un disegno infantile) per il Pavillon des Temps Nouveaux di Le Corbusier.

Cambia il proprio nome in Asger Jorn, viaggia in Nord Europa e in Tunisia e tiene la prima mostra personale a Parigi. Qui, nel 1948, fonda insieme a Appel, Constant, Corneille, Dotremont e Noiret il gruppo CoBrA: formazione d’avanguardia che sostiene e promuove un’arte antirazionalista, spontanea e collettiva.

Pubblica diversi saggi sulla cultura popolare e kitsch, sull’arte nordica e sull’architettura. Si separa dalla prima moglie Kirsten, si unisce a Matie e si trasferisce insieme ai quattro figli a Parigi.

La fine di Cobra, nel 1951, coincide con il ricovero di Jorn in un sanatorio di Silkeborg per TBC. Termina la convalescenza in Svizzera per poi recarsi, nell’aprile 1954 e su invito dei pittori Nucleari Enrico Baj e Sergio Dangelo, ad Albissola Marina, sulla costa ligure.

ASGER JORN (VEJRUM 1914 – AARHUS 1973) HOUM-SOUK, 1970-72 Olio su tela cm. 55×46

 
ASGER JORN (VEJRUM 1914 – AARHUS 1973) IL PARCO, 1968 Olio su tela cm. 20×30

JORN ASGER ASGER JORN ASGER JORN (Vejrum 1914 – Aarhus 1973) Pas des trois olio su tela, cm 35×61

Tutte le immagini sono a scopo illustrativo