Melotti Fausto

Il percorso artistico di Fausto Melotti (Rovereto, 1901 – Milano, 1986) si presenta come un continuo processo di interrogazione della forma e della materia. La sua vastissima produzione appare profondamente diversificata, con evidenti mutamenti linguistici e materici da un decennio all’altro, sintomo di una sperimentazione costante che si avvale di suggestioni diverse, prima tra tutte la musica. Armonia, equilibrio, rigore caratterizzano le sue sculture sin dagli anni Venti quando, dopo la laurea in Ingegneria Elettrotecnica al Politecnico di Milano, Melotti avvia la sua ricerca artistica. Vicino in un primo momento agli ambienti futuristi, a segnare la sua ricerca saranno l’incontro con l’architettura razionalista, rappresentata a Milano dal Gruppo 7, e con Lucio Fontana, al quale sarà legato da una lunga amicizia.

Fausto Melotti, Canone variato II, 1971
Fausto Melotti, Vaso, 1956 circa
Fausto Melotti, La vacca lunatica, 1961 scultura in ottone cm 41x24x10

Tutte le immagini sono a scopo illustrativo