Griffa Giorgio

Giorgio Griffa (Torino, 29 marzo 1936) è un pittore italiano, tra i principali esponenti a livello internazionale della ricerca pittorica contemporanea dagli anni ’60 a oggi.  Inizia a dipingere ancora bambino e riceve i primi insegnamenti dai pittori tradizionali che all’epoca frequentavano il Circolo degli Artisti, antica istituzione torinese. Dal 1960 al 1963 è allievo di Filippo Scroppo, pittore astratto nonché docente all’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino, collaboratore di Felice Casorati e membro del Movimento Arte Concreta o MAC. Tuttavia solo a metà degli anni ’60 nei quadri figurativi di Griffa iniziano a comparire elementi astratti che sanciscono l’avvio di quelle riflessioni sullo statuto della pittura, sugli strumenti del dipingere e sulla posizione dell’artista che porteranno al ciclo dei segni primari con cui ha inizio l’impronta del suo percorso pittorico. Saranno proprio le tele dei “segni primari” a porlo tra i protagonisti del dibattito di quegli anni, che si sviluppa sulle ceneri dell’informale e si snoda attraversando la pop-art americana e l’arte concettuale. Nonostante sia stato associato a movimenti come l’Arte Povera la Pittura Analitica o il Minimalismo, il percorso artistico di Giorgio Griffa rimane tuttavia per lo più solitario e non inquadrabile in una corrente specifica.

GRIFFA GIORGIO (n. 1936) Senza Titolo, 1977

GRIFFA GIORGIO (n. 1936) Verticale
GRIFFA GIORGIO (n. 1936) Orizzontale, (1973)

Tutte le immagini sono a scopo illustrativo